ESSERE ITALIANI , ESSERE CITTADINI ITALIANI

Pubblicato: 3 giugno 2012 in IMPRESSIONI
Tag:

In questo periodo, in Italia si sta dibattendo riguardo alla proposta emanata dal nostro presidente della Repubblica Napolitiano:  la ius solis

La ius solis, intesa diritto di suolo,  si riferisce ai figli di immigrati nati in Italia da genitori regolarmente soggiornanti ,in Italia da almeno 5 anni, di ottenere la cittadinanza italiana e di partecipare alle elezioni amministrative.

Per farsi che questa proposta di legge divenga legge a tutti gli effetti si stanno mobilitando, associazioni che operano nel mondo dell’immigrazione, ragazzi di seconda generazione; spot di comunicazione sociale in cui sono rappresentati ragazzi di seconda generazione, soprattutto di religione mussulmana, che parlano perfettamente l’italiano con qualche inflessione dialettale, che spiegano il motivo del loro voto per rendere la proposta, in legge.

Ma abbiamo chiesto agli immigrati e soprattutto ai figli d’immigrati perchè vogliono diventare cittadini italiani e se lo desiderano?

Ovvio, un immigrato vuole diventare cittadino italiano per evitare tutta quella burocrazia che lo attanaglia ogni anno e per poter viaggiare liberamente all’interno dello spazio Schenghel.

Per un ragazzo nato in Italia con genitori d’origine straniera, il motivo è ben diverso:  si sente italiano a tutti gli effetti perchè, fin da quando è nato ha condiviso la stessa cultura degli  “altri ” italiani: mangia cibo italiano, frequenta scuole italiane; è cresciuto vedendo i nostri stessi cartoni animati, ha sentito la stessa musica, ha vissuto, ha fatto le simili esperienze di qualsiasi ragazzo italiano ma, c’è un ma grande come una casa: rischia ogni giorno di essere espulso dall’Italia, nel caso i genitori perdessero il lavoro.

Il sentire di  appartenere  ad una cultura, quindi anche ad una nazione, non ha bisogno di legami  burocratici, di un intervento di uno stato  o governo che debba sottolineare la nostra sentita appartenenza; d’altro canto , per sentirsi a tutti gli effetti cittadini italiani, necessita di un giuramento.

Come superare questo gap?

Prendere delle decisioni  morali e sentimentali, non è facile, soprattutto  a 18 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...