Habtamu, 13 anni, morto di nostalgia

Pubblicato: 27 febbraio 2013 in IMPRESSIONI

Habtamu, 13 anni, morto di nostalgia

noi, figli adottati, non saremo nè italiani al 100%nè africani, nè carne nè pesce: è questo il nostro dramma. Quando vado in africa mi considerano un  afro-americana o francese, in Italia un extracomunitaria o prostituta. Si parla poco di noi, figli adottati perchè una soluzione ai nostri problemi non c’è: soltanto noi con la nostra forza interiore dobbiamo trovare un equilibrio.

il problema dell’identità e quindi del gruppo d’appartenenza , sorge nell’età dell’adolescenza quando ci accorgiamo che i nostri amici sono trattati diversamente dalla società rispetto a noi.

I nostri genitori possono darci tutto l’amore che vogliono, possono proteggerci dal razzismo e dall’ignoranza, a volte, non sempre: non posso cambiare la società. Forse ai corsi in preparazione all’adozione, dovrebbero spiegare che i problemi nascono con la richiesta, da parte del figlio adottivo, di un’identità sociale e che l’Italia non è ancora pronta di fornire ai ragazzi adottati una società multietnica tout court.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...