Un canto della Callas da lontano

Pubblicato: 21 dicembre 2013 in RACCONTI

mia eroe

Cantiere poesia

Calllas

Era un tempo con il sole 
sai 
vibrava
sereno senza ombre 
niente veli 
sfibrava l’aria il canto 
della Callas 
e le mie mani 
appunti scritti sulle tue 
scaldate dagli assolo 
sui riflessi dell’ardesia 
roventi ai raggi dell’amore 
rovistate sulla cima delle note
sfidava …
è come …
come l’acuto casta diva 
sai 
come all’apice nei cori ardenti
e …
e lascia stare tutto il resto …
la vita che passa 
senza tempo 
come un canto
che si svela
uscito dalla norma
sotto al sole 
della Callas.

Enrico Tartagni

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...